Focemicina: scopri il passato

Un viaggio nel passato per far rivivere i ruderi dei Porti di Claudio e di Traiano.

Navigando tra le pagine potrete scoprire i luoghi abitati dai nostri antenati attraverso la ricostruzione virtuale di Portus

Nelle Cronache di Portus potrai rivivere il quotidiano di chi 2000 anni fà abitava il territorio.

Attraverso piccoli dettagli lasciati tra le rovine rimaste a Fiumicino, possiamo capire molto di questa civiltà e comprendere il nostro presente. Buon viaggio!

Fiumicino: vivi il presente

Una finestra interattiva aperta su Fiumicino per conoscere nel dettaglio le risorse di questo territorio.

La "Scientifica" a disposizione dei liberti...

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Necropoli di Porto - il medico

Come avvenivano le visite mediche 2000 anni fa’? Quali controlli erano compiuti agli uomini per reclutarli nelle compagnie dei vigili?
Le visite mediche erano svolte da medici, liberti anch’essi, le analisi mediche erano semplici, si controllava la respirazione, la colonna vertebrale, l’ossatura e i muscoli dei candidati, oltre che la bocca, gli occhi e le orecchie.
La forma fisica doveva essere eccellente per diventare vigile del fuoco. Le visite mediche erano sommarie rispetto a quelle che conosciamo oggi, niente raggi niente analisi del sangue.
Ma cosa accadrebbe se provassimo a fare di nuovo le visite mediche a quei liberti con i nostri strumenti moderni?
In un certo senso questo è possibile, basta osservare il lavoro degli antropologi fisici, cioè quei ricercatori che analizzano gli scheletri ritrovati nelle necropoli.
I resti scheletrici umani, rinvenuti nella Necropoli di Porto, costituiscono una ricchissima collezione antropologica di età classica dell’Europa mediterranea.

Determinazione dell'età alla morte
 
Il campione rappresenta 2000 individui di cui il 35% di età sub-adulta (minore o uguale a 15 anni), tra questi – in miglior stato di conservazione per l’uso di deporre gli infanti in anfore – il maggior numero di decessi avveniva entro il primo e secondo anno di vita per poi ridursi nei successivi. 
 
 
 
 
 
 
Determinazione dell'età alla morte a sessi distinti
 
Le mogli mettevano al mondo, in media 6 figli. Tra gli adulti meno del 10% superava i 50 anni; l’analisi paleodemografica indica che l’aspettativa di vita era di 23 anni circa. La statura media maschile negli adulti non superava 1,64 cm, quella femminile di circa 1,52 cm.
 
 
 


 
Dalle ricerche fatte emergono molte curiosità sulla vita, sulla salute e sugli acciacchi degli abitanti dell’Impero Romano.
Un primo sguardo alle ossa è sufficiente per capire se esse appartennero a un bambino oppure a un adulto. La struttura del bacino poi rivela se le ossa erano di una donna o di un uomo, infatti, quelle della donna si sono evolute per rendere possibile il parto e sono più larghe.
Uno studio attento delle ossa svela i segni di lesioni di tipo artrosico a carico della colonna vertebrale a causa di carichi pesanti portati dall’individuo. Dall’osservazione della bocca si possono notare infezioni dei denti. L’igiene orale scarseggiava, si consumavano zuccheri provenienti dal miele e carboidrati complessi, un alimento ideale per i batteri della bocca. 
Le ossa conservano anche i segni di abitudini piacevoli, infatti in corrispondenza dell’orecchio di un uomo è stato trovato un anomalo accrescimento osseo formato in quanto l’individuo s’immergeva frequentemente in acqua fredda, forse era un assiduo frequentatore delle terme. Osservando un cranio umano, all’interno delle ossa delle orbite, sono state messe in luce dei piccolissimi forellini, essi rappresentano spie di una cattiva condizione di vita nei primi anni. 
 
 

Ultima modifica il Giovedì, 16 Luglio 2015 09:57

Banner Vivere Fco

Leggi tutto...

stampaAccadde a Fiumicino 

Ampia selezione di articoli dal 1874 al 2006 da "La Stampa"

Leggi tutto...

 

 

Go to top