Focemicina: scopri il passato

Un viaggio nel passato per far rivivere i ruderi dei Porti di Claudio e di Traiano.

Navigando tra le pagine potrete scoprire i luoghi abitati dai nostri antenati attraverso la ricostruzione virtuale di Portus

Nelle Cronache di Portus potrai rivivere il quotidiano di chi 2000 anni fà abitava il territorio.

Attraverso piccoli dettagli lasciati tra le rovine rimaste a Fiumicino, possiamo capire molto di questa civiltà e comprendere il nostro presente. Buon viaggio!

Fiumicino: vivi il presente

Una finestra interattiva aperta su Fiumicino per conoscere nel dettaglio le risorse di questo territorio.

Personaggi Storici - Imperatore Claudio

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Imperatore Claudio Nato col nome di Tiberio Claudio Druso e figlio Druso, era considerato dai suoi contemporanei come un candidato improbabile al ruolo di imperatore, soprattutto in considerazione di una qualche infermità da cui era affetto, tanto che la sua famiglia lo tenne lontano dalla vita pubblica fino all'età di quarantasette anni, quando tenne il consolato assieme al nipote Caligola. Fu probabilmente questa infermità e la scarsa considerazione politica di cui godeva che gli permisero di sopravvivere alle purghe che colpirono molti esponenti della nobiltà romana durante i regni di Tiberio e Caligola: alla morte di quest'ultimo, Claudio divenne imperatore proprio perché unico maschio adulto della Dinastia Giulio - Claudia. Claudio avrebbe sorpreso tutti, l’Imperatore si alzava all’alba per iniziare il suo lavoro, fece approvare leggi che proteggevano schiavi malati, aumentò i privilegi delle donne, fu attraverso queste gesta che egli s’ingraziò il popolo, a queste sorprendenti imprese ne seguirono d’immemorabili. Nonostante la mancanza di esperienza politica, Tiberio Claudio Cesare Augusto Germanico, questo il nome adottato dopo l'acclamazione a imperatore, dimostrò notevoli qualità: fu un abile amministratore, un grande patrono dell'edilizia pubblica, espansionista in politica estera (sotto il suo comando si ebbe la Conquista della Britannia e un instancabile legislatore, che presiedeva personalmente i tribunali e che giunse a promulgare venti editti in un giorno. Tuttavia, la sua posizione era resa poco sicura dall'opposizione della nobiltà, cosa che condusse Claudio a mettere a morte molti.

Claudio dovette anche sopportare molte disgrazie nella vita privata: una di queste potrebbe essere stata all'origine del suo assassinio.

Agli occhi di molti il punto debole di Claudio era Messalina. L’Imperatore la adorava ma lei non lo ricambiava con la stessa devozione. Sebbene il suo potere, Claudio era un uomo fragile, la sua vita era stata segnata da complotti e tradimenti, molti membri della sua famiglia erano stati uccisi da nemici politici e Claudio stesso, aveva dovuto assistere all’uccisione della moglie infedele. Nel 49 d.C., Claudio era in cerca di una nuova moglie, la società romana si mobilitò, la concorrenza era forte, molte famiglie erano pronte a tutto pur di imparentarsi con l’Imperatore, mentre queste tramavano Claudio esitava e la tensione cresceva, infine Claudio prese una decisione che sbalordì Roma. L’Imperatore si sposò con sua nipote, una donna di grande determinazione ma dal carattere discutibile, Agrippina. Ignorò l’ideale romano di virtù femminile, s’impadronì del potere e lo usò con orgoglio, annientò i suoi nemici, uccise l’Imperatore Claudio.

Banner Vivere Fco

Leggi tutto...

stampaAccadde a Fiumicino 

Ampia selezione di articoli dal 1874 al 2006 da "La Stampa"

Leggi tutto...

 

 

Go to top