Focemicina: scopri il passato

Un viaggio nel passato per far rivivere i ruderi dei Porti di Claudio e di Traiano.

Navigando tra le pagine potrete scoprire i luoghi abitati dai nostri antenati attraverso la ricostruzione virtuale di Portus

Nelle Cronache di Portus potrai rivivere il quotidiano di chi 2000 anni fà abitava il territorio.

Attraverso piccoli dettagli lasciati tra le rovine rimaste a Fiumicino, possiamo capire molto di questa civiltà e comprendere il nostro presente. Buon viaggio!

Fiumicino: vivi il presente

Una finestra interattiva aperta su Fiumicino per conoscere nel dettaglio le risorse di questo territorio.

Personaggi Storici - Plinio il Giovane

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Plinio il Giovane Da Wikipedia, l'enciclopedia libera Plinio nacque a Como nel 61 da una famiglia di rango equestre molto ricca. Suo padre morì quando lui era ancora bambino e Plinio fu affidato ad un amico di famiglia, Virgilio Rufo. In seguito venne adottato dallo zio, Plinio il Vecchio, fratello di sua madre. Nel 83 muore anche la madre e lui eredita tutto il patrimonio di famiglia. Studia a Roma alla scuola di Quintiliano e del retore greco Nicete Sacerdote. Si dedicò principalmente alla retorica e all'avvocatura. S'interessò, grazie all'influenza dello zio, sia allo stile lineare di Cicerone che a quello magniloquente dell'asianesimo.

Nel 79 assistette all'eruzione del Vesuvio dal lato opposto del Golfo di Napoli in cui perse la vita il celebre parente. Inizia così la sua carriera insieme all'amico Tacito percorrendo tutte le tappe del cursus honorum. Tra l' 89 e il 90 ricopre il Tribunato della Plebe ed entra in senato; provenendo da una famiglia di cavalieri sarà perciò il primo della sua famiglia. Sotto Domiziano non fa carriera (l'imperatore muore nel 96), mentre sotto Traiano riprenderà la sua carriera diventando soprintendente del tesoro. Nel 100 diventa console supplente e per un paio di mesi ne ricopre la carica. Tiene in senato il discorso "Panegirico Traiano", la cui successiva pubblicazione però sarà diversa dall'orazione originale, perché posta a revisione. Insieme a Tacito, nello stesso anno, sostiene un'accusa contro Mario Prisco. Nel 103 difende due ex governatori accusati di appropriazioni eccessive. Nel 105 diventa Curator: magistrato delle Acque del Tevere e della Cloaca Maxima.

Probabilmente, grazie non solo al proprio talento, ma anche alla propria ricchezza e alle amicizie con i potenti, la sua carriera fu tra le più brillanti, e riuscì a diventare prefetto all'erario di Saturno, cioè uno dei cassieri dell'impero. Alla fine della sua vita fu governatore in Bitinia dal 111 al 113, anno in cui probabilmente morì.

Interessante Il testo della lettera (Ep. II, XVII) con la quale Plinio il Giovane invita l’amico Gallo nella sua villa.

Banner Vivere Fco

Leggi tutto...

stampaAccadde a Fiumicino 

Ampia selezione di articoli dal 1874 al 2006 da "La Stampa"

Leggi tutto...

 

 

Go to top