Focemicina: scopri il passato

Un viaggio nel passato per far rivivere i ruderi dei Porti di Claudio e di Traiano.

Navigando tra le pagine potrete scoprire i luoghi abitati dai nostri antenati attraverso la ricostruzione virtuale di Portus

Nelle Cronache di Portus potrai rivivere il quotidiano di chi 2000 anni fà abitava il territorio.

Attraverso piccoli dettagli lasciati tra le rovine rimaste a Fiumicino, possiamo capire molto di questa civiltà e comprendere il nostro presente. Buon viaggio!

Fiumicino: vivi il presente

Una finestra interattiva aperta su Fiumicino per conoscere nel dettaglio le risorse di questo territorio.

Torre Alessandrina

La torre di Fiumicino detta ”Alessandrina”

La struttura, non completamente conservata, fu fatta costruire dal Papa Alessandro VII nel 1660 sulla sponda destra del Canale di Fiumicino per sostituire la vecchia torre di guardia costiera, ormai troppo lontana dalla costa. Accanto alla torre sorse un villaggio di capanne di pescatori che, in questo modo, a causa delle frequenti razzie piratesche dei velieri algerini, avrebbero avuto aiuto e protezione della guarnigione.

La sua posizione è chiaramente indicata nella pianta delle Cingolani nel 1692.

Agli inizi del XVII secolo si trovava nelle immediate vicinanze del mare ma con il passare dei secoli si venne a trovare sempre più arretrata. Cessò la sua funzione di torre di guardia in seguito alla costruzione della torre Clementina. L’Alessandrina fu allora incorporata in un edificio della dogana.

In un manoscritto del 1692, conservato nella biblioteca di palazzo Valentini a Roma, troviamo sia la descrizione dello stato di conservazione della torre che un acquerello. Il manoscritto è redatto da Giuseppe Miselli, che si definisce “visitatore e revisore delle fortezze e torri della spiaggia romana”, il cui compito è quello di documentare lo stato e il funzionamento delle torri.

Nel manoscritto è rappresentata solo la torre Alessandrina, poiché la Niccolina, è “dismessa a causa del mare che s’è ritirato” ed è dunque “privare delle armi”.

Dell’Alessandrina il Misselli dice:

La torre è situata a dritta del Fiume dalla banda di Ponente lontana dalla passonata passi 5  e passi 100 circa dalla marina, ha Porta da Greco con sua scala di legno alta palmi 240 circa per salirvi dentro”. Segue l’elenco delle armi e delle munizioni, il giorno, il mese e l’anno della sua visita.

Nel XVII secolo la torre ha cambiato aspetto e da un disegno appare di forma quadrata, con un’alta base a scarpa, due piani ed una terrazza di avvistamento, coronata da beccatelli, con una guardiola e il deposito delle munizioni. L’ingresso posto sopra la cordonatura della scarpa conserva ancora il piccolo ponte levatoio.

 

IMG 0641

torrebig

Video

 

Fatti & Misfatti

rassegnastampa

 

archeologa

Banner Vivere Fco

Leggi tutto...

stampaAccadde a Fiumicino 

Ampia selezione di articoli dal 1874 al 2006 da "La Stampa"

Leggi tutto...

 

 

Go to top