Lo spot dell'Imperatore ... il sesterzio

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

In un mercoledì del 115 dopo Cristo, sotto l'imperatore Traiano, inizia un viaggio nell'Impero romano seguendo una moneta, a raccontarlo è Alberto Angela con il suo nuovo libro "Impero”.

Il libro è basato su fatti realmente accaduti, i nomi, i dialoghi e il luoghi raccontati nel libro sono veri.
La moneta all'epoca era un vero e propri spot dell'imperatore – racconta Angela - davanti raffigurava l'imperatore stesso e dietro qualcosa che egli aveva fatto. Soffermandomi via via sulle persone che ne entrano in possesso, ne racconto i volti, le sensazioni e le abititudini".
La moneta quindi passerà dalle mani di un mercante a quelle di uno schiavo, da quelle di una prostituta a quelle dell'imperatore.
"I romani - conclude Angela - sono stati in grado di realizzare la prima globalizzazione della storia.  
C'era una sola lingua ufficiale, si pagava con la stessa moneta e quasi tutti sapevano leggere e scrivere. Quello che colpisce è la grande modernità dei romani che, non solo con le armi ma anche con il loro dominio ingegneristico, seppero conquistare il mondo di allora."